Cerca uno specialista

Stitichezza Infantile e Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività, o ADHD NEI BAMBINI

Stitichezza Infantile  e Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività, o ADHD  NEI BAMBINI

01/05/2017

La dott.ssa Alessandra Merendino, colon-Idro-terapista , attualmente presso il Centro Diagnostico Pigafetta ed il Rome American Hospital ,che da molti anni si dedica all' 'Idrocolon terapia sia negli adulti che ne i bambini , in seguito a numerosi casi ricevuti di stitichezza infantile che di sindrome da deficit di attenzione/iperattività ha voluto condividere con noi questa nuova patologia molto frequente ma ancora poco conosciuta.
La dott.ssa Merendino, ci spiega che quando la stipsi ostinata si manifesta nei bambini questa è quasi certamente l’espressione di cattive abitudini alimentari e stili di vita sedentari, difficilmente infatti un bambino potrebbe essere affetto da patologie che siano la diretta causa della stitichezza. La cosa migliore da fare in questi casi, oltre a rivolgersi al pediatra per sicurezza, è modificare sensibilmente le abitudini del bambino, iniziando con l’aumentare l’attività motoria e non trascurando di curare maggiormente l’alimentazione aumentando l’apporto di fibre e il consumo di alimenti quali frutta, verdura e cibi probiotici. L ‘Idrocolon terapia è un trattamento molto utile per tutti i bambini affetti Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività da effettuare due volte l anno al cambio di stagione.
L’Idrocolon terapia è un antico trattamento medico di depurazione dell’organismo, consiste in un lavaggio intestinale che permette con un piccolo flusso d’acqua calda a temperatura corporea e a bassa pressione,consente di ottenere una pulizia completa del grosso intestino ,di rimuovere completamente dalle pareti intestinali tutte le tossine, i residui fecali più vecchi, scorie che vi aderiscono e che si sono accumulate nel corso degli anni, ripristinando e riattivando la normale funzionalità della mucosa del colon ed i suoi processi vitali.
Il Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività, o ADHD, è un disturbo evolutivo dell’autocontrollo. Esso include difficoltà di attenzione e concentrazione, di controllo degli impulsi e del livello di attività. Questi problemi derivano sostanzialmente dall’incapacità del bambino di regolare il proprio comportamento in funzione del trascorrere del tempo, degli obiettivi da raggiungere e delle richieste dell’ambiente. E’ bene precisare che l’ADHD non è una normale fase di crescita che ogni bambino deve superare, non è nemmeno il risultato di una disciplina educativa inefficace, e tanto meno non è un problema dovuto alla «cattiveria» del bambino.
L’ADHD è un vero problema, per l’individuo stesso, per la famiglia e per la scuola, e spesso rappresenta un ostacolo nel conseguimento degli obiettivi personali. E’ un problema che genera sconforto e stress nei genitori e negli insegnanti i quali si trovano impreparati nella gestione del comportamento del bambino.
Sicuramente i genitori sono abituati a vedere come le altre persone reagiscono al comportamento del bambino iperattivo: all’inizio, gli estranei tendono ad ignorare il comportamento irrequieto, le frequenti interruzioni durante i discorsi degli adulti e l’infrazione alle comuni regoli sociali. Di fronte alle ripetute manifestazioni dell’assenza di controllo comportamentale del bambino, queste persone tentano di porre loro stesse un freno all’eccessiva “esuberanza”, non riuscendoci, concludono che il bambino sia intenzionalmente maleducato e distruttivo. Forse i genitori sono anche abituati alle conclusioni a cui gli estranei giungono, come ad esempio: «I problemi di quel bambino sono dovuti al modo in cui è stato educato; sarebbe necessaria una maggiore disciplina, maggiori limitazioni e anche qualche bella punizione. I suoi genitori sono incapaci, incuranti, eccessivamente tolleranti e permissivi, e quel bambino è il frutto della loro inefficienza».
Leggendo queste poche righe, i genitori si renderanno conto che, se da un lato diventa necessario fare qualcosa per gestire il comportamento di questi bambini, è anche vero, d’altro canto, che diventa urgente far capire agli altri adulti quale sia la reale natura del problema dell’iperattività. E’ necessario che tutte le persone, che interagiscono con i bambini con ADHD, sappiamo vedere e capire le motivazioni delle manifestazioni comportamentali di questi ragazzini, mettendo da parte le assurde e ingiustificate spiegazioni volte ad accusare e ferire i loro genitori, già tanto preoccupati e stressati per questa situazione.
Innanzitutto è necessario scoprire se il bambino a cui state pensando, abbia veramente un Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività (ADHD) oppure se sia semplicemente irrequieto e con la testa tra le nuvole. Nessuna persona, che non sia uno specialista (ad esempio, uno psicologo o un neuropsichiatra infantile), si deve sentire autorizzata a decidere se quel bambino presenta o meno un ADHD.
Qui di seguito e nel sito si possono trovare descrizioni del disturbo per fornire ai genitori e agli insegnanti una più chiara definizione del problema, per far capire quali sono i comportamenti che dovrebbero essere ridotti e quali invece possono essere considerati una semplice variabilità di temperamento del bambino.

TESTIMONIANZA DI MAMMA CATIA
Danny 14 anni in piena adolescenza con ormoni incandescenti, carattere polemico, estroverso, pignolo, Affetto da candidosi intestinale x via delle terapie antibiotiche subite dalla nascita all’età dei 2 anni, parallelamente sofferente di intolleranze alimentari.
I benefici dell idrocolonterapia sono innegabili. Danny è più sereno, agisce con più leggerezza sulla quotidianità, sorridente e gestisce al meglio le sue intolleranze alimentari
– Alex 10 anni, 2° di tre fratelli, carattere impetuoso, iperattivo, selvaggio, geloso, scolaro disattento.
Necessità di continue attenzioni e conferme x non sentirsi in minoranza nei confronti di una società che non “aspetta” che non considera le effettive necessità e tempi di un bambino.
Abbiamo fatto eseguire ad Alex una seduta di idrocolonterapia.
La miglioria si espressa in un bambino più dolce, l iperattività si è trasformata in vivacità, oggi è meno attento se nei piatti dei fratellini ci sono 2 patate in più, la scuola è diventata un’amica interessante.
A oggi Alex esegue una terapia idrocolon di prevenzione ad ogni cambio di stagione.
– Nicla 8 anni, bambina solare dal carattere tenace e dai capricci INSOPPORTABILI.
Dopo una seduta di idrocolonterapia è più ragionevole, e decisamente molto più gestibile.
Per concludere , sono convinta che non solo l idrocolonterapia dona benessere al nostro corpo riordinandolo e ripulendolo da tutte le scorie. La buona funzionalità del nostro corpo ha ricadute positive sull’intero corpo, come potete leggere nella mia testimonianza.

Dott.ssa Alessandra Merendino
Sito: dottoressamerendino.eu
Centro Diagnostico Pigafetta
Tel: 06.57107300
Rome American Hospital
Tel: 06.2255290

Vuoi ricevere informazioni? Contattaci subito

Accetto le regole sulla Privacy
Accetta   Rifiuta 
Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.