Cerca uno specialista

Tecnico audiometrista

Tecnico audiometrista

Quella del tecnico audiometrista è una professione sanitaria operante nell’area tecnico-diagnostica. Egli provvede alla valutazione e alla misurazione del sistema uditivo e vestibolare tramite l´esecuzione di tutte le prove non invasive, psico-acustiche ed elettrofisiologiche. Si occupa inoltre della riabilitazione degli handicap conseguenti a patologie dell´apparato uditivo e vestibolare.


CENNI STORICI

L’ A.I.T.A. - Associazione Italiana Tecnici Audiometristi - si è costituita a Ferrara il 05 marzo 1981 con lo scopo di “perseguire la qualificazione professionale della categoria ai fini di un miglioramento del servizio, nonché la tutela professionale, morale e giuridica della categoria”. Il primo corso di aggiornamento A.I.T.A., dal titolo “Audiometria protesica” si è tenuto a Ferrara il 22 e 23 ottobre 1982. Il primo numero de’ “Il Bollettino”, organo ufficiale AITA, esce nel settembre 1985 come pubblicazione semestrale al fine di proporre una selezione bibliografica degli articoli di maggior interesse comparsi su riviste, di segnalare libri di testo, congressi e convegni, di permettere un confronto tra diverse esperienze e organizzazioni lavorative, di informare la categoria circa i problemi sindacali e l’inquadramento professionale e di aggiornare i soci su nuove apparecchiature.  Nel 2005, con decreto del ministro della Salute datato 14 aprile, A.I.T.A. viene ufficialmente riconosciuta come l’Associazione maggiormente rappresentativa a livello nazionale per gli audiometristi. Questi ad oggi i principali obiettivi perseguiti dall’A.I.T.A:
•Tutelare la figura professionale e morale dell’audiometrista e lottare contro il fenomeno dell´abusivismo.
•Promuovere l´accrescimento culturale attraverso l´organizzazione di convegni, corsi e seminari.
•Creare rapporti di collaborazione con Associazioni ed Enti impegnati nell´ambito della ricerca scientifica individuando gli obbiettivi di formazione della categoria nell’ambito dell’Educazione Continua in Medicina.
•Regolamentare la Professione richiedendo l´istituzione di un Ordine, Albo Professionale per tutelare l´esercizio professionale e i cittadini fruitori dei servizi.
•Contribuire alla elaborazione dei piani di formazione universitaria base e post base degli Audiometristi.


SCUOLE DI FORMAZIONE, UNIVERSITA´ E CORSI DI AGGIORNAMENTO


Per diventare tecnico audiometrista occorre laurearsi in tecniche audiometriche o titoli ad essa equipollenti. I Corsi di Laurea in Tecniche Audiometriche attualmente sono attivati  nelle seguenti sedi universitarie: Bari, Milano, Napoli “Federico II”, Parma, Pisa, Roma “la Sapienza”, Torino.

 

 

PRESENZA SUL TERRITORIO ED EFFICACIA SULLA POPOLAZIONE

Attualmente gli Audiometristi in Italia sono circa 1.200. Le tendenze occupazionali nel medio periodo sono buone, perché il numero dei laureati non è ancora sufficiente a coprire il fabbisogno. Altrettanto buone sono le prospettive nel campo della medicina industriale. La professione dell’audiometrista è caratterizzata da una maggiore presenza di donne (70% contro il 30% di uomini) e si prevede un’ulteriore crescita della componente femminile.


TRATTATO DESCRITTIVO

Pur attenendosi scrupolosamente alle attribuzioni ed alle competenze diagnostico-terapeutiche del medico, i tecnici audiometristi, ai sensi della legge 10 agosto 2000, n. 251, articolo 3, comma 1, utilizzano in autonomia professionale le procedure e le tecniche necessarie all’esecuzione di metodiche diagnostiche sulla persona, in attuazione di quanto previsto nei regolamenti concernenti l´individuazione delle figure e dei relativi profili professionali definiti con decreto del Ministro della Sanità. Le attribuzioni culturali e professionali che competono al Tecnico Audiometrista sono contenute nel D.M. del Ministero della sanità 14 settembre 1994, n° 667 concernente “ il Profilo professionale del tecnico audiometrista”.
L´audiometria è l´esame di riferimento per monitorare la funzionalità dell´orecchio e la capacità di percepire i suoni. Viene eseguito per accertare precocemente una eventuale sordità, ma può essere effettuato anche in tutti gli altri casi di problemi d´udito. I suoni vengono avvertiti secondo intensità (che si fonda sul volume) e tono (cioè la velocità delle vibrazioni sonore). Si percepiscono i suoni quando le onde sonore giungono al cervello sotto forma di impulsi elettrici passando per nervi uditivi siti nella parte interna delle due orecchie. L´intensità del suono si misura in decibel (dB); in generale un suono che superi gli 85 dB può provocare danni alla membrana timpanica e quindi portare alla sordità. Il tono invece si misura in cicli al secondo (cps) o Hertz (Hz); il range umano è tra 16 e 16.000 Hz. Il test audiometrico si svolge otturando un orecchio alla volta e provando ad ascoltare dei sussurri, un orologio che batte, delle parole. Un diapason può essere utilizzato per controllare se il paziente riesce a sentire per conduzione dell´aria e per conduzione dell´osso. Il diapason viene colpito e fatto vibrare nell´aria prima vicino alla testa per controllare l´udito per conduzione d´aria, poi viene accostato accanto all´osso per verificare l´udito per conduzione d´osso.
L´udito per conduzione d´aria viene anche accertato facendo indossare al paziente delle cuffie collegate ad un audiometro. Vengono trasmessi nelle cuffie alcuni suoni di intensità diversa, solitamente ad un orecchio per volta, ed il paziente deve alzare una mano o spingere un bottone quando sente il suono. L´esame può durare tra i 5 ed i 10 minuti, senza alcun rischio per chi vi si sottopone. Se il soggetto in esame avrà una percezione dei suoni ad un´intensità superiore i 20 dB è detto ipoacusico.
Questi i principali settori di riferimento all´interno dei quali opera il tecnico audiometrista:
- neonatologia, materno-infantile
- geriatria
- riabilitazione otologica
- medicina legale e medicina del lavoro
- medicina termale nei reparti pediatrici, otorinolaringoiatrici e audiologici
Il tecnico audiometrista collabora infine con altre figure professionali alla messa a punto di  programmi di prevenzione e di riabilitazione delle sordità utilizzando tecniche e metodologie strumentali e protesiche.
 

Vuoi ricevere informazioni? Contattaci subito

Accetto le regole sulla Privacy e Cookie
Accetta   Rifiuta 
Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.